DISTURBI SOMATICI

I disturbi somatici rappresentano una classe variegata di sintomi che rendono quanto mai evidente l’essere una cosa sola della nostra (erronea) visione che separa il corpo dalla mente. Le interazioni tra il sistema nervoso centrale (che comprende anche il cervello), il sistema endocrino e immunitario sono in continua interazione tra di loro, influenzando e lasciandosi influenzare dal nostro comportamento, ambiente, ed esperienze che facciamo e viviamo ogni giorno. 

Ci sono delle situazioni i cui la nostra sofferenza psicologica, tuttavia, si appalesa in qualche forma difettuale, visibile sul nostro corpo: dopo lunghe ricerche da vari specialisti aspettiamo la classica sentenza “è un po’ di stress” per comprendere l’importanza dello stare bene psicologico e le sue ripercussioni sul nostro corpo. Pensiamo a casi come le cefalee e i disturbi gastro-intestinali, per nominare i più frequenti.

Tra i disturbi somatici troviamo principalmente:

Disturbo da sintomi somatici

Presenza di sintomi somatici che procurano alla persona disagio, preoccupazione e stress che vanno a modificare in modo importante il suo ‘muoversi’ quotidiano nella vita (ad es, spossatezza, dolori più o meno localizzati). 

Disturbo da ansia di malattia

Questa specifica tipologia di malessere è classicamente associata al termine ‘ipocondria’. In questi casi quello che si osserva è che la persona inizia ad essere continuamente preoccupata di avere o contrarre una grave malattia. I sintomi fisici solitamente non giustificano l’eccessiva preoccupazione e ansia presente. Il focus principale su cui rivolgere l’attenzione diventa la ricerca costante di sintomi potenzialmente minacciosi

Disturbo di conversione

Il disturbo di conversione prevede la presenza di uno o più sintomi rispetto i quali risulta difficile fornire una chiara eziologia ‘organica’. Si osserva, in altre parole, la presenza di una qualche condizione che non risulta comprensibile rispetto la presenza di alterazioni fisiche, ma diventa maggiormente comprensibile alla luce di un malessere psicologico dell’individuo.